Impegno nel sociale

sociale.png
Gabriella

Gabriella Dorsali (8-8-1944 / 1-9-2022)

Un ricordo dedicato a Gabriella che nella sua vita ha dato tanto agli altri senza risparmiarsi. Negli ultimi due anni era stata colpita dalla malattia, ma lei aveva sempre un grande spirito di sopportazione e un sorriso per tutti. Circondata dall'affetto del suo Mario, delle sorelle, dei parenti e degli amici se ne è andata in silenzio lasciando un grande vuoto nella comunità di Locara.

La rimpiangeremo per il suo carattere allegro e coinvolgente ma al contempo forte e deciso. Era sostenitrice e parte attiva del 'Locara Calcio' (dirigente, segretaria ed accompagnatrice in mille tornei e campi scuola), convinta che lo sport sia "un mezzo di crescita personale". E come non ricordare il circolo della terza età (vd. sotto) e numerose altre iniziative di carattere sociale, umanitario e cristiano che essa ha realizzato insieme all'amato Mario e ai numerosi amici.

E poichè il Padre Eterno le aveva donato una bellissima voce faceva parte del coro S. Giovanni Battista di Locara.

Una vita spesa bene: Gabriella sempre nei nostri cuori.

Ciao Gabri!

Il Locara ricorda «Lele» aiutando i piccoli malati (22.12.2019)

Un «papero» di nome Lele per i bambini in difficoltà della pediatria del day hospital oncoematologico e della terapia intensiva neonatale degli ospedali «San Bortolo» di Vicenza e del «San Bassiano» di Bassano del Grappa: con una donazione alla Onlus «Vicenza for children» la prima squadra del Locara Calcio ha voluto tenere viva la memoria di Daniele Billo. «Lele» perchè tutti lo conoscevano così, si è spento lo scorso luglio, alla vigilia dei suoi 52 anni: dal 1996 era entrato nello staff del Locara calcio mettendosi al fianco di Mario Frigotto e della moglie Gabriella, disposti a rifondare la società e avevano assunto la carica di presidente e segretaria. Da allora gli ambienti biancoazzurri erano diventati la seconda casa e la seconda famiglia di Lele finito con l’essere il punto di riferimento per tutti i calciatori del Locara. Generoso e sempre disponibile, Lele si era iscritto all’associazione dei donatori di organi trasformando così la fine della sua «partita» in vita per almeno sei persone che, in vari angoli d’Italia, hanno ricevuto i suoi organi. I ragazzi della prima squadra del Locara calcio, che disputano il campionato di seconda categoria, hanno voluto far tesoro di questa testimonianza adottando un «papero» e dandogli il nome di Lele: il papero è simbolo scelto da «Vicenza for children» per riunire le donazioni da parte di chi vuole rendere meno difficoltoso, per le famiglie più fragili, il percorso di cura dei loro bambini garantendo la possibilità di servizi o di strumenti per gli ospedali. Grazie alla donazione dei calciatori sarà garantito per due anni il sostegno delle spese mediche di un bambino del reparto pediatria dell’ospedale «San Bortolo» di Vicenza. «Un piccolo gesto», sottolinea la dirigenza del Locara , «che dimostra la vicinanza al sociale del calcio Locara per continuare a fare il bene che Daniele Billo ha sempre fatto verso il prossimo».

Billo-Daniele-iniziativa-locara-19_edite

Gli anziani di Locara donano un monitor al Pronto Soccorso

da L'Arena (Agosto 2020)

FOTO CONSEGNA MONITOR IMG-20200727-WA000

Foto da sx: Caposala Pronto Soccorso Leardini Nicola, Fioraso Maria, Consigliere Comunale Gaspari Giuliano, Frigotto Mario, Lineri Liliana, Primario Pronto Soccorso Tenci Andrea, Lovato Adriana, Vaccaro Annalisa e Marcazzan Stefano (assente per malattia Dorsali Gabriella)

Il circolo della terza età festeggia dieci anni sotto il

«Cielo di Locara» (05.08.2019)

circolo locara.jpg

Hanno adottato una delle aiuole della piazza della chiesa, ogni settimana accompagnano chi ne ha bisogno all'ospedale per visite mediche o analisi del sangue e al mercoledì organizzano la navetta per il mercato settimanale: sono solo alcune delle attività del Circolo ricreativo culturale anziani Locara Onlus, una delle realtà più attive della popolosa frazione sambonifacese, che festeggia i primi dieci anni di vita.

Accade “Sotto il cielo di Locara”, come dice il titolo che è stato scelto per raccontare in un libro il primo decennio del Circolo. E' stata una scelta importante che è stata accompagnata dalla decisione di far festa tutti gli anni. Già perchè quando metti insieme 160 persone dai 5 ai 99 anni e le trasformi in una vera e propria risorsa per se stessi e per il paese di motivi per celebrare ce ne sono eccome. Ecco perchè il Club della solidarietà, che a Locara fa rima con Festa della sorana, ha concesso una serata ai circolo per riunire tutti gli iscritti e, soprattutto, presentare il lavoro corale che in 120 pagine fa sintesi di un'esperienza partita dalla voglia di un gruppo di persone di creare le occasioni per uscire di casa, mantenersi vitali, condividere esperienze e, anche, poter essere utili. E' nata così nel 2009, da una costola del Calcio Locara, l'associazione che dal 2011 ha ottenuto il riconoscimento di Onlus e che tutti i giovedì riunisce in media una settantina di persone in una sala del circolo Noi. Il copione è sempre lo stesso: un'ora a far cultura ospitando ogni volta un relatore diverso, poi la tombola e, infine, la merenda con le torte preparate dalle socie.

 

Mario Frigotto, il presidente del circolo (e presidente del Locara Calcio) che guida un direttivo a sette, sottolinea però che c'è anche molto altro, “in primis il servizio di trasporto all'ospedale “Fracastoro”, per visite mediche o esami, che dal 2010 ci ha permesso di dare risposta a 1776 persone”. Dal 2012 il circolo ha un proprio mezzo che il mercoledì diventa la navetta per chi vuole passare la mattina al mercato di San Bonifacio. Passati i tempi del corso di cucito negli spogliatoi del campo sportivo, oggi il Circolo è il motore di numerosissime iniziative grazie alle quali gli anziani visitano città d'arte e mostre (ma c'è stato spazio anche per l'uscita in notturna all'osservatorio del Monte Baldo), e organizzano le iniziative più diverse, dal teatro ai concerti, dal cineforum ai caffè letterari.

 

“Un'avventura socialmente utile e dai risvolti umani importanti”, scrive Vittoria Allegri, che con Antonio Corain ha curato questo libro reso possibile grazie al sostegno di Banca di credito cooperativo, Conterno graniti e studio di architettura Bignotto: tra queste pagine c'è anche la Locara di ieri e per averne una copia basta contattare il numero 340.7828129. Il regalo più bello del decennale? L'annuncio, da parte del sindaco Giampaolo Provoli, dell'avvio del conto alla rovescia che al massimo in due anni regalerà una nuova casa, all'interno di quella delle associazioni, anche al Circolo.

Fine Anno con l'Anziano e l'U.S. Locara Calcio

"Era il 1986 quando l'Associazione Locara Calcio insieme ad amici volontari molto attenti e vicini ai problemi sociali ebbero l'idea di trascorrere un capodanno diverso dal veglione e dalle cene tradizionali, un capodanno alternativo in cui divertirsi insieme, e nello stesso tempo fare una buona azione. CAPODANNO con le persone anziane, persone sole, persone in difficoltà. La bellezza di questa iniziativa era nel dare la possibilità a molte persone di incontrarsi, di ricordare il passato e apprezzare il presente in una serata particolare godendo della compagnia dei coetanei, degli amici e della comunità. La serata dell'ultimo oltre al cenone classico ha sempre proposto un'entusiasmante animazione con scenette, quiz, canti, balli, giochi e finale classica tombola." (Gabriella Dorsali)


Fine Anno con l'Anziano e l'U.S. Locara Calcio (1987)

"EL MOLETA"

Fine Anno con l'Anziano e l'U.S. Locara Calcio (1988)
Scenetta "LUNA DI MIELE SUI BINARI"