"La forza del Locara? Gruppo e umiltà"

Aggiornamento: 15 feb 2021

da "L'Arena" (11.10.20)


«Non abbiamo primedonne e siamo tutti determinati.

Attendiamo il rientro di Marchese, fresco sposo»


Chi ben comincia è a metà dell'opera, secondo un vec­chio detto. Il Locara di mi­ster Carlo Danieli occupa la seconda posizione in classifi­ca (Seconda girone C), dietro la corazzata Bonaldo Santo Stefano Academy, in compa­gnia di Provese e Lonigo.

Mister Carlo Danieli, classe 1980, laureato in scienze poli­tiche e bancario di professio­ne, i conti li sa fare bene: «Sto per iniziare il mio terzo anno alla guida del Locara, da dove sono partito con i primi calci prima di intraprendere il percorso nelle giovanili del Vicenza, notato da Ettore Paolini.

II primo anno siamo stati buttati fuori ai play off nei minuti di recupero dal Santo Stefano; l'anno scorso prima del derby perso contro la Provese eravamo primi in classifica, poi quarti allo stop del campionato. Quest'anno vogliamo ripeterci e puntare al passaggio di categoria, anche se fosse ai play-off». Danieli ha smesso di giocare nel 2015, dopo una carriera sempre a grandi livelli: «Ho giocato nel Bovolone con Riccardo Meggiorini nel­la stagione 2002-03, prima che lui

spiccasse il volo tra i professionisti, ma in prece­denza sempre in Eccellenza, ho avuto come compagni di squadra nel Lonigo, Dante Tamagnini e Simone Boron; prima ancora a Vicenza ho

giocato con Giordano Rossi, Mazzocco, Benetti e Samuele Bellomi».

Qual è la vostra forza?

«Non abbiamo prime donne, ma siamo un gruppo molto determinato. Aspettiamo il rientro in