Fantasia

“Certamente le scuole calcio danno ai ragazzi una disciplina e un ordine, e sono responsabili in prima persona del loro percorso calcistico. Però il rischio grande è che si imbrigli la fantasia. Passare qualche ora a rincorrere il pallone o a fare gli esercizi non basta. Ci vuole altro. Ci vuole di più. La fantasia, appunto. Quando vedo dei ragazzi che giocano a calcio in tre metri per tre oppure dietro una chiesa mi fermo a guardarli. Per me quella è la scuola calcio. Se fin da bambini abituiamo i ragazzi a usare scarpe perfette, pallone perfetto, il terreno di gioco perfetto, quel ragazzo non tirerà mai fuori la fantasia. Se invece giochi sotto un pino e c’è la radice che fa rimbalzare male il pallone, devi essere rapido e veloce a controllare la palla. Poi magari il pallone non è perfetto, un giorno è più sgonfio, un altro è troppo leggero. E allora lì viene fuori l’istinto. Per me questo è il calcio dei bambini, dei ragazzi. Quello che ho giocato io". (Cesare Prandelli)





9 visualizzazioni0 commenti

Post correlati

Mostra tutti